Starbucks e Nestlé danno vita a un’alleanza globale per il caffé per aumentare e ampliare la diffusione globale di prodotti confezionati di largo consumo e di prodotti per la ristorazione e il catering

Un’alleanza per far leva sulle forze, la presenza e la qualità complementari di due dei marchi di prodotti di largo consumo più riconosciuti e rispettati al mondo

Nestlé commercializzerà il caffé porzionato di Starbucks sui mercati regionali su scala globale; il portafoglio di marchi  Starbucks  sarà presentato sui sistemi a capsula monodose di Nestlé, inclusi Nespresso e Nescafé Dolce Gusto

Obiettivo dell’alleanza è fare del caffé il primo prodotto agricolo al mondo realmente sostenibile

Starbucks and Nestlé announced they will form a global coffee alliance to accelerate and grow the global reach of Starbucks brands in Consumer Packaged Goods (CPG) and Foodservice. (Photo: Business Wire)

SEATTLE--()--Starbucks Corporation (NASDAQ: SBUX) ha annunciato oggi di aver siglato con Nestlé S.A. un’alleanza globale per il caffé al fine di accelerare e accrescere la portata globale dei marchi Starbucks nel settore dei prodotti confezionati di largo consumo (Consumer Packaged Good, CPG) e dei prodotti per la ristorazione e il catering. Questa alleanza, basata su un impegno condiviso di approvvigionamento etico e sostenibile del caffé, trasformerà, amplierà e incrementerà il caffé a casa e fuori casa e i settori correlati in tutto il mondo.

Nell’ambito dell’alleanza, Nestlé otterrà il diritto di commercializzare, vendere e distribuire il caffé e il tè porzionati a marchio Starbucks®, Seattle’s Best Coffee®, Starbucks Reserve®, Teavana™, Starbucks VIA® e Torrefazione Italia® in tutti i canali globali a casa e fuori casa. Nestlé pagherà a Starbucks 7,15 miliardi di dollari al closing e Starbucks, con particolare attenzione alla creazione di un valore azionario a lungo termine, manterrà una significativa quota di partecipazione come licenziatario e fornitore di torrefatto e macinato e altri prodotti per il futuro. Inoltre, il portafoglio dei marchi Starbucks sarà presentato sui sistemi a capsula monodose di Nestlé.

“Questa alleanza globale nel caffé porterà l’esperienza Starbucks nelle case di milioni di persone in tutto il mondo attraverso la portata e la reputazione di Nestlé”, ha affermato Kevin Johnson, presidente e CEO di Starbucks. “Questo accordo storico fa parte del nostro impegno costante di focalizzare e sviluppare il nostro business per rispondere alle mutevoli esigenze dei consumatori e siamo orgogliosi di lavorare al fianco di un’azienda che condivide i nostri stessi valori”.

“Questa transazione è un passo significativo per il nostro business del caffé, il settore a più alta crescita di Nestlé” ha detto Mark Schneider, CEO di Nestlé. “Con Starbucks, Nescafé e Nespresso riuniamo tre marchi iconici nel mondo del caffé. Siamo lieti di avere Starbucks come nostro partner. Entrambe le nostre società hanno una vera passione per il caffé di alta qualità e sono orgogliose di essere riconosciute come leader globali per l’approvvigionamento del caffé responsabile e sostenibile. È un grande giorno per gli amanti del caffé di tutto il mondo”.

Questa alleanza globale combina la forza e l’affinità del marchio Starbucks con la presenza globale di Nestlé e dei suoi iconici marchi del caffé, creando nuove opportunità di crescita nei mercati nordamericani consolidati e aprendo le porte all’espansione nei mercati internazionali. Negli Stati Uniti, consolida la presenza di Nestlé nel caffé nei segmenti largo consumo e ristorazione e catering, andando a integrare la sua posizione nel caffé istantaneo e monodose super-premium con la forte presenza di Starbucks nel segmento delle capsule K-cup®. Nell’ambito di questo accordo di licenza globale perpetua, in base all’alleanza Starbucks diventerà leader nell’approvvigionamento, nella torrefazione e nella gestione del marchio globale Starbucks, mentre le due aziende lavoreranno fianco a fianco sull’innovazione e sulle strategie go-to-market per offrire il caffé migliore ai clienti di tutto il mondo.

L’accordo è soggetto ad approvazione regolatoria standard e il closing è previsto per la prossima estate o a inizio autunno. L’accordo esclude il caffé istantaneo, il té e succhi di frutta.

Starbucks intende usare i ricavi al netto delle imposte di questo pagamento anticipato principalmente per accelerare il riacquisto delle azioni e ora prevede di restituire circa 20 milioni di dollari in contanti agli azionisti sotto forma di riacquisto di azioni e dividendi entro l’anno fiscale 2020. Si stima, inoltre, che la transazione determinerà un incremento degli utili per azione (EPS) entro la fine dell’anno fiscale 2021 o prima, senza alcun cambiamento per i target finanziari a lungo termine attualmente dichiarati dalla società.

Starbucks terrà una teleconferenza di 30 minuti per gli investitori condotta da Kevin Johnson alle ore 05:00 a.m. PDT di lunedì 7 maggio, per fornire ulteriori dettagli. Alla teleconferenza, trasmessa in diretta via Internet, sarà possibile accedere tramite il sito http://investor.starbucks.com. La registrazione web sarà disponibile sul sito della società fino alla fine di mercoledì 6 giugno 2018.

Informazioni su Starbucks

L'approvvigionamento e la torrefazione di caffé arabica di primissima qualità nel pieno rispetto dei principi etici ispirano l'operato di Starbucks Coffee Company sin dal 1971. Oggi la società, che possiede oltre 28.000 punti vendita in tutto il mondo, è il maggior torrefattore e rivenditore al dettaglio al mondo di caffé speciali. Mediante un impegno risoluto nei confronti dell'eccellenza e della rigorosa osservanza dei nostri principi guida, offriamo l'inimitabile esperienza Starbucks a ogni singolo cliente con ogni singola tazza. Per vivere questa esperienza di persona, visitateci presso i nostri punti vendita oppure online all’indirizzo www.starbucks.com e www.news.starbucks.com.

Dichiarazioni rilasciate a titolo di previsione

Determinate dichiarazioni contenute nel presente sono dichiarazioni “previsionali” nell’accezione delle leggi e norme in vigore sui titoli. Generalmente, queste dichiarazioni possono essere identificate dall’uso di parole quali “anticipare”, “attendere”, "ritenere", "potrebbe/potrebbero", "stimare", "percepire", "prevedere", "intendere", "è possibile", “pianificare", "potenziale", “prospettare”, “dovrebbe", “la forma futura dei verbi," “la forma condizionale dei verbi” ed espressioni analoghe volte a identificare dichiarazioni previsionali, anche se non tutte le dichiarazioni previsionali contengono queste parole identificative. Queste dichiarazioni si basano su informazioni disponibili a Starbucks alla data di rilascio delle stesse, e i risultati o le performance effettivi di Starbucks potrebbero discostarsi in maniera sostanziale da quelli dichiarati espressamente o implicitamente, in considerazione dei rischi e delle incertezze associati alle sue attività. Questi rischi e incertezze includono, ma in senso non restrittivo, fluttuazioni delle economie e valute statunitensi e internazionali, la nostra capacità di preservare, sviluppare e sfruttare i nostri marchi, i potenziali effetti negativi degli incidenti che coinvolgono patologie di origine alimentare, manomissione, adulterazione, contaminazione o errata etichettatura, potenziali effetti negativi di violazioni sostanziali dei nostri sistemi informatici nella misura in cui siamo esposti a una violazione sostanziale, inadempimenti sostanziali dei nostri sistemi informatici, costi associati a iniziative e piani societari e la loro efficace esecuzione, accettazione dei prodotti della società da parte dei nostri clienti, impatto della concorrenza, inadempimento delle parti di realizzare le transazioni per motivi commerciali, normativi e di altro genere, nonché fattori generali economici e del settore quali i prezzi del caffé, dei prodotti lattiero-caseari e di altre materie prime e la loro disponibilità, l’efficace esecuzione di performance e piani di espansione interni, fluttuazioni di economie e valute statunitensi e internazionali, l’impatto di iniziative da parte della concorrenza, l’effetto di procedimenti legali e altri rischi dettagliati nei documenti societari depositati presso l’ente statunitense Securities and Exchange Commission (SEC), inclusa la sezione “Fattori di rischio” della Relazione annuale della società sul Modulo 10-k per l’anno fiscale che si è concluso il 1° ottobre 2017. La società non si assume l’obbligo di aggiornare nessuna di queste dichiarazioni previsionali.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Starbucks:
Relazioni con gli investitori
Tom Shaw, 206-318-7118
investorrelations@starbucks.com
oppure
Media:
Jaime Riley, 206-318-7100
press@starbucks.com

Contacts

Starbucks:
Relazioni con gli investitori
Tom Shaw, 206-318-7118
investorrelations@starbucks.com
oppure
Media:
Jaime Riley, 206-318-7100
press@starbucks.com