Where Your News Is Made.

Reach your press release and disclosure targets.

Get more views with multimedia.

Track your results and refine your message.

Be the news everyone talks about.

News with Multimedia

Edizione 2012 degli Scenari Energetici della ExxonMobil: l’efficienza energetica, la crescita economica dei paesi emergenti e il gas naturale ridisegnano la domanda globale al 2040

  • Si prevede che, al 2040, il fabbisogno energetico sarà di circa il 30% superiore rispetto al 2010, alimentato dalla crescita demografica e dal raddoppio del PIL a livello mondiale; la domanda nei paesi in via di sviluppo aumenterà di circa il 60%.
  • I combustibili a basso contenuto di carbonio, in particolare il gas naturale, guadagneranno quote di mercato, mentre il carbone raggiungerà il suo picco di massimo consumo e inizierà una fase di declino, per la prima volta nella storia moderna.
  • Al 2040, il gas da scisti e da altre formazioni rocciose non convenzionali rappresenterà il 30% della produzione globale di gas.

IRVING, Texas--()--Nel Rapporto pubblicato oggi, Scenari Energetici al 2040, la Exxon Mobil Corporation (NYSE:XOM) sottolinea come la domanda di energia aumenterà, al 2040, alimentata dal raddoppio del prodotto interno lordo a livello mondiale e dalla diffusione del benessere tra la popolazione mondiale che si prevede andrà a crescere fino a raggiungere quasi i 9 miliardi di persone. Quest’anno la ExxonMobil ha esteso al 2040, per la prima volta, le proprie previsioni di lungo termine in campo energetico e i dati emersi indicano diversi andamenti che influenzeranno il modo in cui l’energia sarà utilizzata nei prossimi decenni.

Secondo gli Scenari, al 2040 la domanda globale di energia sarà superiore di circa il 30% rispetto al 2010, stimolata dalla crescita in aree in via di sviluppo come Cina, India, Africa e altre economie emergenti.

Il petrolio rimarrà il combustibile maggiormente utilizzato, ma la domanda globale di energia sarà ridisegnata da un costante spostamento verso fonti energetiche a più basso contenuto di carbonio – come il gas naturale – e da sensibili incrementi dell’efficienza energetica in settori come quello dei trasporti, dove la diffusione dei veicoli ibridi, al 2040, contribuirà a ridurre il consumo medio di carburante delle nuove autovetture a circa 4,7 litri ogni 100 km.

Gli Scenari Energetici illustrano come, grazie all’innovazione e alla tecnologia, il mondo non ha più bisogno di scegliere tra crescita economica e salvaguardia ambientale" ha dichiarato Rex W. Tillerson, Presidente e Amministratore Delegato della Exxon Mobil Corporation. " Mentre i paesi sviluppati mirano a riprendere slancio sotto il profilo economico e la popolazione mondiale aspira a migliorare il proprio tenore di vita, la ExxonMobil continua a investire nelle tecnologie che ci consentono di fornire al mondo, in maniera affidabile ed economicamente sostenibile, l’energia necessaria per la crescita economica e il progresso umano."

Come nelle precedenti edizioni degli Scenari Energetici, la crescita della domanda di elettricità è identificata come l’unico fattore davvero determinante nell’influenzare i trend energetici. La ExxonMobil prevede un incremento della domanda globale di energia elettrica, al 2040, pari all’80%, determinato dal miglioramento della qualità della vita e della situazione economica nonché dal fatto che i consumatori incrementeranno l’uso di energia elettrica per impieghi per i quali oggi ricorrono ad altre fonti energetiche quali petrolio, carbone o biomasse. Al 2040, ogni 10 unità di energia prodotte nel mondo, 4 saranno destinate alla produzione elettrica.

Il mix di combustibili utilizzati per produrre energia elettrica, tuttavia, cambierà sensibilmente con il passaggio dal carbone a fonti a più basso contenuto di carbonio quali il gas naturale che, nella produzione elettrica, emette fino al 60% in meno di CO2 rispetto al carbone. Al 2040, il 30% dell’elettricità a livello mondiale sarà prodotta utilizzando gas naturale, mentre la domanda di carbone toccherà il picco massimo per registrare poi, nel lungo termine, la sua prima flessione nell’arco della storia moderna.

Gli Scenari Energetici sottolineano, inoltre, l’importanza del ruolo delle nuove tecnologie nell’approvvigionamento energetico globale, come ad esempio i progressi nelle tecniche di produzione che hanno reso accessibili risorse di gas naturale sufficienti a soddisfare cento anni di domanda negli Stati Uniti. La ExxonMobil stima che, al 2040, il gas naturale da scisti e fonti similiari rappresenterà il 30% della produzione globale di gas.

Elaborati da un team di esperti utilizzando un insieme di fonti pubbliche e interne, gli Scenari Energetici costituiscono una guida nella definizione delle strategie globali d’investimento della ExxonMobil. Molti dei risultati in essi contenuti sono simili a quelli riportati da altre organizzazioni autorevoli, tra cui l’Agenzia Internazionale per l'Energia. La ExxonMobil pubblica gli Scenari Energetici per contribuire a migliorare la conoscenza delle tematiche energetiche tra le istituzioni e l’opinione pubblica.

Tra i risultati di quest’anno:

  • Mentre negli Stati Uniti e in altre economie sviluppate il fabbisogno energetico rimarrà abbastanza costante, la crescita globale della domanda di energia sarà trainata dalla Cina e da altri paesi non facenti parte dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE). Si prevede che la domanda energetica dei paesi non OCSE aumenterà di circa il 60% tra il 2010 e il 2040.
  • Si stima una crescita del fabbisogno mondiale di energia pari a circa il 30% tra il 2010 e il 2040, ma tale aumento di circa quattro volte superiore senza i previsti miglioramenti dell’efficienza. L’efficienza è il fattore che incide maggiormente nel contenere la crescita media della domanda energetica soltanto all’1% l’anno, nonostante un aumento annuo del PIL globale di circa il 3%. Per la stessa ragione, al 2040, la domanda di energia dell’OCSE rimarrà sostanzialmente invariata nonostante la produzione economica andrà pressoché a raddoppiare.
  • Nei trasporti, il secondo settore a più rapida crescita dopo quello della produzione elettrica, la ExxonMobil prevede che, al 2040, i veicoli ibridi avanzati rappresenteranno il 50% del parco circolante, rispetto all’attuale 1% circa. Questo andamento, insieme alla riduzione dei consumi di carburante nei veicoli convenzionali, manterrà la domanda energetica per i veicoli privati essenzialmente invariata al 2040, nonostante il numero di veicoli a livello mondiale andrà, invece, a raddoppiare.
  • La domanda energetica del settore dei trasporti commerciali – camion, aerei, navi e treni – aumenterà di oltre il 70%, sulla scia della crescita economica, in particolare nei paesi non OCSE.
  • Il fabbisogno di petrolio e di altri combustibili liquidi aumenterà di quasi il 30% e tale incremento sarà legato per lo più ai trasporti. Tra le fonti utilizzate per soddisfare la domanda di combustibili liquidi un ruolo sempre crescente sarà rappresentato dai giacimenti in acque profonde, dalle sabbie bituminose, dal tight oil, dai liquidi da gas naturale e dai biocarburanti.
  • Il gas naturale continuerà ad essere la fonte con la crescita più veloce e la sua domanda aumenterà di circa il 60% tra il 2010 e il 2040. La crescita sarà sostenuta per lo più nei paesi non OCSE dell’area Asia-Pacifico, dove si prevede che il fabbisogno di gas naturale sia destinato a triplicare nel corso dei prossimi 30 anni.
  • Per il breve termine, si prevede un rallentamento della crescita della capacità di produzione di energia nucleare, ma si stima che la domanda sia destinata quasi a raddoppiare nel periodo preso in esame dagli Scenari Energetici, trainata dall’obiettivo dei paesi di ridurre le emissioni e diversificare le fonti energetiche.
  • Il ruolo delle rinnovabili aumenterà sensibilmente . Al 2040, oltre il 15% dell’elettricità prodotta a livello mondiale sarà generata da fonti rinnovabili: solare, eolico, biocarburanti, biomasse, energia geotermica e idroelettrica. Tra queste, l’energia eolica sarà quella che farà registrare la crescita maggiore, con un incremento di circa l’8% annuo tra il 2010 e il 2040.

Ogni comunità, ogni giorno ha bisogno di energia affidabile e sostenibile sotto il profilo economico. Il soddisfare questa domanda necessita di una pianificazione di lungo termine, efficace e lungimirante, che richiede ingenti investimenti e anni di lavoro per la costruzione delle infrastrutture necessarie per la produzione e la distribuzione di energia e prodotti chimici. Quest’impegno richiede anche una costante capacità di comprendere e gestire un insieme di rischi tecnici, finanziari, geopolitici e ambientali continuamente in evoluzione in un mondo dinamico. Gli Scenari Energetici rappresentano uno strumento essenziale per la ExxonMobil per fornire al mondo l’energia necessaria per il continuo sviluppo dell’umanità.

Per ulteriori informazioni sugli Scenari Energetici della ExxonMobil: www.exxonmobil.com/energyoutlook.

Dichiarazione cautelativa: Gli Scenari Energetici e il presente comunicato contengono informazioni che hanno carattere di previsione. Le effettive condizioni future (inclusa la situazione economica, la domanda di energia, le fonti di approvvigionamento energetico e i miglioramenti dell’efficienza) potrebbero differire in maniera sostanziale a causa di variazioni normative e altri eventi politici, di sviluppi tecnologici e di nuove fonti di approvvigionamento, di cambiamenti demografici e di altri fattori trattati negli Scenari e nella sezione "Factor Affecting Future Results" – alla pagina “Investors” – del sito www.exxonmobil.com. Si invita a consultare anche il punto 1A dell’ultimo Form 10-K della ExxonMobil.

ExxonMobil

ExxonMobil, la più grande società internazionale operante nel settore del petrolio e del gas quotata in borsa, applica la tecnologia e l’innovazione per contribuire a soddisfare il crescente fabbisogno mondiale di energia. Nell’ambito del proprio settore industriale, ExxonMobil detiene le maggiori risorse, è il più grande operatore nella raffinazione e nella commercializzazione di prodotti petroliferi e il suo settore chimico è tra i maggiori al mondo.

Segui ExxonMobil su Twitter all’indirizzo www.twitter.com/exxonmobil.

Il testo redatto nella lingua originale è la versione ufficiale del presente comunicato alla quale fare riferimento. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

ExxonMobil
Relazioni con i Media 001-972-444-1107

More News with Multimedia

Latest News

Edizione 2012 degli Scenari Energetici della ExxonMobil: l’efficienza energetica, la crescita economica dei paesi emergenti e il gas naturale ridisegnano la domanda globale al 2040

  • Si prevede che, al 2040, il fabbisogno energetico sarà di circa il 30% superiore rispetto al 2010, alimentato dalla crescita demografica e dal raddoppio del PIL a livello mondiale; la domanda nei paesi in via di sviluppo aumenterà di circa il 60%.
  • I combustibili a basso contenuto di carbonio, in particolare il gas naturale, guadagneranno quote di mercato, mentre il carbone raggiungerà il suo picco di massimo consumo e inizierà una fase di declino, per la prima volta nella storia moderna.
  • Al 2040, il gas da scisti e da altre formazioni rocciose non convenzionali rappresenterà il 30% della produzione globale di gas.

IRVING, Texas--()--Nel Rapporto pubblicato oggi, Scenari Energetici al 2040, la Exxon Mobil Corporation (NYSE:XOM) sottolinea come la domanda di energia aumenterà, al 2040, alimentata dal raddoppio del prodotto interno lordo a livello mondiale e dalla diffusione del benessere tra la popolazione mondiale che si prevede andrà a crescere fino a raggiungere quasi i 9 miliardi di persone. Quest’anno la ExxonMobil ha esteso al 2040, per la prima volta, le proprie previsioni di lungo termine in campo energetico e i dati emersi indicano diversi andamenti che influenzeranno il modo in cui l’energia sarà utilizzata nei prossimi decenni.

Secondo gli Scenari, al 2040 la domanda globale di energia sarà superiore di circa il 30% rispetto al 2010, stimolata dalla crescita in aree in via di sviluppo come Cina, India, Africa e altre economie emergenti.

Il petrolio rimarrà il combustibile maggiormente utilizzato, ma la domanda globale di energia sarà ridisegnata da un costante spostamento verso fonti energetiche a più basso contenuto di carbonio – come il gas naturale – e da sensibili incrementi dell’efficienza energetica in settori come quello dei trasporti, dove la diffusione dei veicoli ibridi, al 2040, contribuirà a ridurre il consumo medio di carburante delle nuove autovetture a circa 4,7 litri ogni 100 km.

Gli Scenari Energetici illustrano come, grazie all’innovazione e alla tecnologia, il mondo non ha più bisogno di scegliere tra crescita economica e salvaguardia ambientale" ha dichiarato Rex W. Tillerson, Presidente e Amministratore Delegato della Exxon Mobil Corporation. " Mentre i paesi sviluppati mirano a riprendere slancio sotto il profilo economico e la popolazione mondiale aspira a migliorare il proprio tenore di vita, la ExxonMobil continua a investire nelle tecnologie che ci consentono di fornire al mondo, in maniera affidabile ed economicamente sostenibile, l’energia necessaria per la crescita economica e il progresso umano."

Come nelle precedenti edizioni degli Scenari Energetici, la crescita della domanda di elettricità è identificata come l’unico fattore davvero determinante nell’influenzare i trend energetici. La ExxonMobil prevede un incremento della domanda globale di energia elettrica, al 2040, pari all’80%, determinato dal miglioramento della qualità della vita e della situazione economica nonché dal fatto che i consumatori incrementeranno l’uso di energia elettrica per impieghi per i quali oggi ricorrono ad altre fonti energetiche quali petrolio, carbone o biomasse. Al 2040, ogni 10 unità di energia prodotte nel mondo, 4 saranno destinate alla produzione elettrica.

Il mix di combustibili utilizzati per produrre energia elettrica, tuttavia, cambierà sensibilmente con il passaggio dal carbone a fonti a più basso contenuto di carbonio quali il gas naturale che, nella produzione elettrica, emette fino al 60% in meno di CO2 rispetto al carbone. Al 2040, il 30% dell’elettricità a livello mondiale sarà prodotta utilizzando gas naturale, mentre la domanda di carbone toccherà il picco massimo per registrare poi, nel lungo termine, la sua prima flessione nell’arco della storia moderna.

Gli Scenari Energetici sottolineano, inoltre, l’importanza del ruolo delle nuove tecnologie nell’approvvigionamento energetico globale, come ad esempio i progressi nelle tecniche di produzione che hanno reso accessibili risorse di gas naturale sufficienti a soddisfare cento anni di domanda negli Stati Uniti. La ExxonMobil stima che, al 2040, il gas naturale da scisti e fonti similiari rappresenterà il 30% della produzione globale di gas.

Elaborati da un team di esperti utilizzando un insieme di fonti pubbliche e interne, gli Scenari Energetici costituiscono una guida nella definizione delle strategie globali d’investimento della ExxonMobil. Molti dei risultati in essi contenuti sono simili a quelli riportati da altre organizzazioni autorevoli, tra cui l’Agenzia Internazionale per l'Energia. La ExxonMobil pubblica gli Scenari Energetici per contribuire a migliorare la conoscenza delle tematiche energetiche tra le istituzioni e l’opinione pubblica.

Tra i risultati di quest’anno:

  • Mentre negli Stati Uniti e in altre economie sviluppate il fabbisogno energetico rimarrà abbastanza costante, la crescita globale della domanda di energia sarà trainata dalla Cina e da altri paesi non facenti parte dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE). Si prevede che la domanda energetica dei paesi non OCSE aumenterà di circa il 60% tra il 2010 e il 2040.
  • Si stima una crescita del fabbisogno mondiale di energia pari a circa il 30% tra il 2010 e il 2040, ma tale aumento di circa quattro volte superiore senza i previsti miglioramenti dell’efficienza. L’efficienza è il fattore che incide maggiormente nel contenere la crescita media della domanda energetica soltanto all’1% l’anno, nonostante un aumento annuo del PIL globale di circa il 3%. Per la stessa ragione, al 2040, la domanda di energia dell’OCSE rimarrà sostanzialmente invariata nonostante la produzione economica andrà pressoché a raddoppiare.
  • Nei trasporti, il secondo settore a più rapida crescita dopo quello della produzione elettrica, la ExxonMobil prevede che, al 2040, i veicoli ibridi avanzati rappresenteranno il 50% del parco circolante, rispetto all’attuale 1% circa. Questo andamento, insieme alla riduzione dei consumi di carburante nei veicoli convenzionali, manterrà la domanda energetica per i veicoli privati essenzialmente invariata al 2040, nonostante il numero di veicoli a livello mondiale andrà, invece, a raddoppiare.
  • La domanda energetica del settore dei trasporti commerciali – camion, aerei, navi e treni – aumenterà di oltre il 70%, sulla scia della crescita economica, in particolare nei paesi non OCSE.
  • Il fabbisogno di petrolio e di altri combustibili liquidi aumenterà di quasi il 30% e tale incremento sarà legato per lo più ai trasporti. Tra le fonti utilizzate per soddisfare la domanda di combustibili liquidi un ruolo sempre crescente sarà rappresentato dai giacimenti in acque profonde, dalle sabbie bituminose, dal tight oil, dai liquidi da gas naturale e dai biocarburanti.
  • Il gas naturale continuerà ad essere la fonte con la crescita più veloce e la sua domanda aumenterà di circa il 60% tra il 2010 e il 2040. La crescita sarà sostenuta per lo più nei paesi non OCSE dell’area Asia-Pacifico, dove si prevede che il fabbisogno di gas naturale sia destinato a triplicare nel corso dei prossimi 30 anni.
  • Per il breve termine, si prevede un rallentamento della crescita della capacità di produzione di energia nucleare, ma si stima che la domanda sia destinata quasi a raddoppiare nel periodo preso in esame dagli Scenari Energetici, trainata dall’obiettivo dei paesi di ridurre le emissioni e diversificare le fonti energetiche.
  • Il ruolo delle rinnovabili aumenterà sensibilmente . Al 2040, oltre il 15% dell’elettricità prodotta a livello mondiale sarà generata da fonti rinnovabili: solare, eolico, biocarburanti, biomasse, energia geotermica e idroelettrica. Tra queste, l’energia eolica sarà quella che farà registrare la crescita maggiore, con un incremento di circa l’8% annuo tra il 2010 e il 2040.

Ogni comunità, ogni giorno ha bisogno di energia affidabile e sostenibile sotto il profilo economico. Il soddisfare questa domanda necessita di una pianificazione di lungo termine, efficace e lungimirante, che richiede ingenti investimenti e anni di lavoro per la costruzione delle infrastrutture necessarie per la produzione e la distribuzione di energia e prodotti chimici. Quest’impegno richiede anche una costante capacità di comprendere e gestire un insieme di rischi tecnici, finanziari, geopolitici e ambientali continuamente in evoluzione in un mondo dinamico. Gli Scenari Energetici rappresentano uno strumento essenziale per la ExxonMobil per fornire al mondo l’energia necessaria per il continuo sviluppo dell’umanità.

Per ulteriori informazioni sugli Scenari Energetici della ExxonMobil: www.exxonmobil.com/energyoutlook.

Dichiarazione cautelativa: Gli Scenari Energetici e il presente comunicato contengono informazioni che hanno carattere di previsione. Le effettive condizioni future (inclusa la situazione economica, la domanda di energia, le fonti di approvvigionamento energetico e i miglioramenti dell’efficienza) potrebbero differire in maniera sostanziale a causa di variazioni normative e altri eventi politici, di sviluppi tecnologici e di nuove fonti di approvvigionamento, di cambiamenti demografici e di altri fattori trattati negli Scenari e nella sezione "Factor Affecting Future Results" – alla pagina “Investors” – del sito www.exxonmobil.com. Si invita a consultare anche il punto 1A dell’ultimo Form 10-K della ExxonMobil.

ExxonMobil

ExxonMobil, la più grande società internazionale operante nel settore del petrolio e del gas quotata in borsa, applica la tecnologia e l’innovazione per contribuire a soddisfare il crescente fabbisogno mondiale di energia. Nell’ambito del proprio settore industriale, ExxonMobil detiene le maggiori risorse, è il più grande operatore nella raffinazione e nella commercializzazione di prodotti petroliferi e il suo settore chimico è tra i maggiori al mondo.

Segui ExxonMobil su Twitter all’indirizzo www.twitter.com/exxonmobil.

Il testo redatto nella lingua originale è la versione ufficiale del presente comunicato alla quale fare riferimento. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

ExxonMobil
Relazioni con i Media 001-972-444-1107

All News