Tokyo conquista la terza posizione nella classifica delle metropoli GPCI 2016;
mantengono le prime due posizioni Londra e New York, mentre Parigi scivola al quarto posto

La relazione di The Mori Memorial Foundation presenta le città più attraenti del mondo

Overall ranking of all 42 cities and function-specific ranking of top 10 cities (Graphic: Business Wire)

???pagination.previous??? ???pagination.next???

TOKYO--()--L’Institute for Urban Strategies di The Mori Memorial Foundation, un istituto di ricerca fondato da Mori Building, ha pubblicato oggi la sua relazione Global Power City Index (GPCI) 2016. La relazione, la cui pubblicazione fu avviata nel 2008, valuta e classifica 42 metropoli in base al loro “magnetismo”, ovvero la capacità di richiamare persone e aziende creative da tutto il mondo.

La relazione rivela che Tokyo ha raggiunto per la prima volta la terza posizione, dopo essersi classificata quarta per i precedenti otto anni consecutivi; i punteggi assegnati sono migliorati grazie alle valutazioni positive nelle categorie Interazione culturale, Vivibilità e Accessibilità. Londra ha mantenuto la propria posizione in vetta per il quinto anno nonostante un leggero decremento del punteggio complessivo. Non ci sono stati invece cambiamenti significativi per New York, che ha mantenuto inalterati i propri punteggi e la propria posizione, classificandosi seconda per il quinto anno consecutivo. Parigi è scesa dal terzo al quarto posto, soprattutto in conseguenza del percepito calo nei livelli dell’interazione culturale e della ricerca e sviluppo. È probabile che le valutazioni siano state influenzate dagli attacchi terroristici dello scorso novembre.

Dati salienti

  • Tokyo ha superato Parigi conquistando la terza posizione. L’ascesa è da imputarsi principalmente a diversi fattori, tra cui la riduzione, in Giappone, dell’aliquota d’imposta sulle società, l’aumento del numero di visitatori della città provenienti dall’estero e l’incremento dei collegamenti aerei diretti verso varie destinazioni d’oltremare. Per quanto l’indebolimento della valuta giapponese abbia influito negativamente sul PIL di Tokyo, espresso in dollari USA, la metropoli rimane tuttavia in vetta all’indice delle 42 città. Il punteggio della categoria Vivibilità è cresciuto, stimolato dal deprezzamento degli alloggi e dai ridotti costi della vita in generale (entrambi espressi in dollari USA).
  • Il punteggio complessivo di Londra, le cui valutazioni per PIL, crescita del PIL e prestazioni economiche in generale sono risultate in discesa, si è leggermente ridotto. La città ha mantenuto comunque un ottimo livello nel campo dell’interazione culturale, con un aumento del numero di visitatori e studenti dall’estero, il che ha consentito alla capitale britannica di conservare la leadership assoluta di questa categoria. (Nota: questa ricerca è basata sui dati raccolti prima del voto sulla Brexit di giugno 2016.)
  • In Nord America, New York non ha registrato cambiamenti significativi nel suo punteggio, rimanendo complessivamente al secondo posto, e continuando a ricevere ottime valutazioni nelle categorie Economia, Ricerca e sviluppo e Interazione culturale. Los Angeles è migliorata, passando dal 14° al 13° posto. La città ha mantenuto un punteggio elevato nelle categorie Ricerca e sviluppo e Interazione culturale. San Francisco, Chicago, Boston e Washington D.C. si sono classificate rispettivamente al 24°, 25°, 27° e 29° posto.
  • In Europa, Parigi ha visto crollare il punteggio relativo all’interazione culturale in seguito al minore afflusso di visitatori dall’estero e al calo nel numero degli studenti internazionali e degli stranieri residenti. Dopo gli attacchi terroristici dello scorso novembre, le diffuse preoccupazioni sulla sicurezza e la riduzione del numero di visitatori sono stati tra i fattori determinanti nella discesa di Parigi dal terzo al quarto posto. Nelle classifiche generali, Berlino è stata scalzata dall’8° al 9° posto da Amsterdam, mentre Vienna e Francoforte hanno conservato rispettivamente le posizioni 10 e 11.
  • Per quanto riguarda la regione Asia Pacifico, Singapore si è confermata globalmente al quinto posto nonostante la flessione del punteggio complessivo, conseguenza di un’economia stagnante, con un rallentamento della crescita del PIL e un calo del numero totale di occupati. Shanghai ha rimontato dal 17° al 12° posto nelle classifiche generali, migliorando i punteggi in tutte le categorie. Sydney ha perso due posizioni scendendo al 14° posto. Seoul e Hong Kong hanno conservato rispettivamente la sesta e la settima posizione, mentre Pechino è avanzata di un gradino salendo al 17° posto. Kuala Lumpur, Taipei e Bangkok si sono piazzate rispettivamente al 32°, 33° e 34°.

    Per maggiori dettagli visitare il sito http://www.mori-m-foundation.or.jp/english/ius2/gpci2/index.shtml

“Il risultato positivo di Tokyo è dovuto agli effetti di diverse riforme attuate nell’ambito della politica delle Zone economiche strategiche nazionali, oltre che all’influenza di diversi fattori microeconomici e all’Abenomics” ha dichiarato Heizo Takenaka, presidente dell’Institute for Urban Strategies di The Mori Memorial Foundation. “Affinché Tokyo possa mantenere la terza posizione, è necessaria una maggiore deregolamentazione e occorre inoltre aiutare la città a scalare ulteriormente la graduatoria in vista dei Giochi olimpici e paralimpici di Tokyo 2020.”

Il dott. Hiroo Ichikawa, direttore esecutivo di The Mori Memorial Foundation, si è così espresso: “Londra ha mantenuto la vetta della classifica, ma non è ancora chiaro se la decisione di lasciare la UE influenzerà in qualche modo la posizione della città in futuro.”

Per altri commenti visitare il sito http://www.mori-m-foundation.or.jp/english/ius2/gpci2/index.shtml#comments2
(Contiene i commenti del governatore di Tokyo Yuriko Koike, del sindaco di Londra Sadiq Khan, del sindaco di Seoul Park Won-Soon e del sindaco di Amsterdam Eberhard van der Laan.)

L’Institute for Urban Strategies di The Mori Memorial Foundation pubblica la relazione GPCI ogni anno dal 2008. La relazione GPCI è basata sulla valutazione di 70 parametri suddivisi fra sei categorie (Economia, Ricerca e sviluppo, Interazione culturale, Vivibilità, Ambiente e Accessibilità) e analizza i punti di forza e le debolezze delle città globali in un crescendo di competitività. Per maggiori dettagli visitare il sito www.mori-m-foundation.or.jp/english/aboutus2/index.shtml#about_strategies

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Richieste di informazioni da parte dei media
Weber Shandwick
Ayumi Matsubara, +81-90-9006-5841
Masashi Nonaka, +81-80-1037-7879
moribldg@webershandwick.com

Contacts

Richieste di informazioni da parte dei media
Weber Shandwick
Ayumi Matsubara, +81-90-9006-5841
Masashi Nonaka, +81-80-1037-7879
moribldg@webershandwick.com