Nuovi dati presentati da Teva al 7imo Congresso della European Academy of Neurology indicano che alla notevole sottodiagnosi dell'emicrania potrebbero contribuire fattori socio-economici

AMSTERDAM--()--Teva Pharmaceutical Industries Ltd. (NYSE e TASE: TEVA) oggi ha presentato nuovi dati epidemiologici sull'emicrania dallo Stato di Israele che indicano che la sottodiagnosi dell'emicrania in tutte le fasce sociali potrebbe essere dovuta in parte a fattori socioeconomici1.

Uno studio retrospettivo dell'epidemiologia dell'emicrania nel Distretto meridionale di Israele, supportato da Teva e presentato al 7o Congresso della European Academy of Neurology (EAN) tenutosi in modalità virtuale, ha scoperto un'estrema variabilità nella prevalenza di pazienti con diagnosi di emicrania nell'area geografica esaminata.

Gli indici di prevalenza erano positivamente associati alla condizione socioeconomica dell'area geografica esaminata, indicando che le persone che convivono con l'emicrania provenienti da aree più svantaggiate potrebbero avere maggiore difficoltà ad ottenere una diagnosi accurata e pertanto accedere a terapie adeguate.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Contatti PR
Fiona Cohen, Teva Europe
Fiona.Cohen@TevaEU.com
+31 6 20 08 25 45

Con Franklin, Ketchum
con.franklin@ketchum.com
+44 (0) 7974 434 151

Contacts

Contatti PR
Fiona Cohen, Teva Europe
Fiona.Cohen@TevaEU.com
+31 6 20 08 25 45

Con Franklin, Ketchum
con.franklin@ketchum.com
+44 (0) 7974 434 151