Il 75% dei leader del settore energetico statunitense ritiene che le dichiarazioni pubbliche a favore della sostenibilità non corrispondano a ciò che vien detto a porte chiuse nelle sale riunioni

Da un sondaggio condotto di recente da The Harris Poll è emerso che il 77% dei leader del settore energetico statunitense ritiene che l’innovazione in campo tecnologico costituisca una soluzione immediata per trasformare il settore e che la concretizzazione degli obiettivi di azzeramento delle emissioni nette di carbonio rivesta un’importanza fondamentale.

AUSTIN, Texas--()--Secondo la nuova relazione Stato del settore energetico statunitense redatta in collaborazione con The Harris Poll, i leader del settore energetico statunitense ritengono che le aziende non stiano intraprendendo i provvedimenti necessari per appoggiare le iniziative per la sostenibilità e che le tecnologie trasformative siano un acceleratore chiave della concretizzazione urgente degli obiettivi di azzeramento delle emissioni nette di carbonio. La relazione, pubblicata quest’oggi, comprende dati e insight forniti da responsabili decisionali del settore energetico statunitense in materia di sostenibilità e tecnologia a livello settoriale.

Risultati salienti sullo stato attuale del settore:

  • a detta del 68% dei leader del settore energetico, le aziende non stanno adottando misure adeguate a sostegno delle iniziative per la sostenibilità.
  • L’85% dei leader del settore energetico concorda sul fatto che occorre una maggior trasparenza nel settore in merito alle problematiche sussistenti e alle risorse necessarie per lo sviluppo di soluzioni sostenibili.
  • Il 77% dei leader del settore energetico sostiene che le tecnologie trasformative, compresa la disponibilità di dati integrati sulla riduzione delle emissioni, rappresenti una soluzione immediata per accrescere la sostenibilità.
  • Il 61% pensa che quello della tecnologia sia il comparto d’investimento più promettente.

“Sappiamo che la digitalizzazione e le tecnologie trasformative svolgeranno un ruolo chiave ai fini del raggiungimento degli obiettivi climatici”, ha affermato Laurent David, direttore della divisione Sviluppo prodotti di Aker BioMarine. “Crediamo che l’efficienza operativa conduca alla sostenibilità. Ed è proprio per questo motivo che abbiamo implementato delle iniziative presso il nostro stabilimento di Houston, che ci consentiranno di ridurre drasticamente le emissioni di CO2 generate dalle nostre operazioni e accrescere al tempo stesso la nostra capacità produttiva.”

La relazione rivela che la tecnologia e i dati forniscono soluzioni concrete per migliorare la sostenibilità:

  • la raccolta manuale dei dati, nonché la qualità e la divulgazione degli stessi, continuano a essere uno dei problemi più grandi.
  • Due terzi (64%) degli intervistati sostiene che disporre di dati perfettamente integrati potrebbe aiutare le proprie aziende a misurare con maggior accuratezza e comprendere meglio come ridurre le emissioni.
  • Secondo i rispondenti, i maggiori vantaggi derivabili dallo sfruttamento dei dati per far fronte alle difficoltà associate alla sostenibilità delle operazioni includono: fruibilità delle informazioni, assunzioni di decisioni in tempo reale, contestualizzazione e abbandono di sistemi obsoleti.

“Per quanto concerne la sostenibilità, i dati sono alla radice del problema”, ha affermato il Dr. Francois Laborie, presidente di Cognite, Nord America. “Onde poter ridurre l’impronta di carbonio, le aziende devono liberare e contestualizzare i dati dei sistemi legacy per assumere decisioni attuabili e, conseguentemente, snellire le operazioni a vantaggio sia della sostenibilità che della redditività. Lo sfruttamento di tutte le informazioni derivate dai dati e delle tecnologie di ottimizzazione permetterà all’intero settore nel suo complesso di dirigersi verso un futuro più sostenibile.”

La relazione Stato del settore energetico statunitense è stata sponsorizzata da Cognite ed è stata redatta in collaborazione con Axios Studio.

Per scaricare la versione integrale della relazione, visitate https://content.cognite.com/sustainability-report-download

Informazioni su Cognite

Cognite è una multinazionale specializzata in software come servizio (software-as-a-service, SaaS) per applicazioni industriali supportante la trasformazione digitale guidata dai dati su piena scala delle industrie ad uso intensivo di risorse in tutto il mondo. Il nostro prodotto di punta, Cognite Data Fusion (CDF), è una piattaforma per la gestione e la contestualizzazione dei dati industriali, che inserisce i dati grezzi nel contesto industriale del mondo reale, consentendo una rapida applicazione e la creazione di soluzioni su scala. CDF permette alle aziende con dati OT/IT/ET contestualizzati di sviluppare soluzioni che accrescono la sicurezza, la sostenibilità e l’efficienza e che promuovono la generazione di entrate. Visitateci all’indirizzo www.cognite.com e seguiteci su Twitter @CogniteData o LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/cognitedata

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Michelle Holford
Responsabile, Relazioni pubbliche globali
+1 (512) 744-3420 (Stati Uniti)
+47 482 90 454 (Norvegia)
michelle.holford@cognite.com

Contacts

Michelle Holford
Responsabile, Relazioni pubbliche globali
+1 (512) 744-3420 (Stati Uniti)
+47 482 90 454 (Norvegia)
michelle.holford@cognite.com