EIT Digital: rafforzare la sovranità dei dati e l’infrastruttura digitale europea

L’ultimo studio condotto da EIT Digital fornisce un quadro di riferimento basato su scenari per lo sviluppo di strumenti relativi a policy sui dati e sulle infrastruttura digitali che rafforzino la sovranità digitale europea.

BRUXELLES--()--Discussioni recenti sull’accesso alla tecnologia 5G e alle app di tracciamento dei contatti per i contagi da coronavirus evidenziano la necessità che l’Europa rafforzi la propria « sovranità digitale ». Nel suo ultimo studio ad ampio raggio su questo tema, ‘European Digital Infrastructure- and Data Sovereignty’, EIT Digital offre un quadro di riferimento concreto basato su scenari per lo sviluppo di policy digitali in quest’ambito. Lo studio presenta una panoramica delle motivazioni alla base della creazione delle policy, delle tendenze, degli strumenti, e sui ruoli di vari attori nel definire la percezione e le prospettive della sovranità digitale europea.

Appare chiaro che dobbiamo coordinare gli interventi di chi sviluppa le policy ai livelli nazionali ed europeo e l’operato delle aziende per creare una realtà digitale europea sovrana. Sono essenziali normative che migliorino l’innovazione e rispettino i diritti e valori europei e che al tempo stesso creino opportunità economiche uguali per tutti i player”, spiega Willem Jonker, Ceo di EIT Digital.

EIT Digital ha collaborato con il Digital Enlightenment Forum per preparare lo studio, che sostiene lo sviluppo di policy finalizzate al rafforzamento della sovranità europea per quanto riguarda infrastrutture digitali e gestione dei dati. Il controllo dell’infrastruttura digitale e le norme sui dati sono complementari e possono essere combinati in vari modi, conducendo a diversi scenari.

Lo studio presenta alle autorità di regolamentazione un quadro di riferimento per poter scegliere fra varie policy, sulla base di quattro scenari che combinano diversi approcci, che vanno da un controllo soft delle infrasttrutture a uno più rigoroso, con una protezione dei dati debole o forte. Questi scenari vengono poi valutati in relazione al loro impatto sugli obiettivi di ciascuna policy – crescita, equità, potenziale di innovazione, fiducia dei cittadini e competizione ad armi pari.

La valutazione d’impatto serve da indicazione di alto livello per lo sviluppo concreto delle politiche digitali e quindi è di importanza notevole per lo sviluppo di strumenti relativi a policy sui dati e sull’infrastruttura digitale dal punto di vista della sovranità digitale europea.

www.eitdigital.eu

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Per ulteriori informazioni o per fissare un’intervista con
Willem Jonker, Amministratore delegato EIT Digital,
rivolgersi a Federico Guerrini
T: +39 393 4747231
E: federico.guerrini@eitdigital.eu

Contacts

Per ulteriori informazioni o per fissare un’intervista con
Willem Jonker, Amministratore delegato EIT Digital,
rivolgersi a Federico Guerrini
T: +39 393 4747231
E: federico.guerrini@eitdigital.eu