Lo studio PROTECT III mostra che il posizionamento di Impella prima di un PCI ad alto rischio è associato a un tasso inferiore di mortalità rispetto al PCI di salvataggio

Il PCI di salvataggio ha interessato le donne in maniera sproporzionata

(Graphic: Business Wire)

DANVERS, Massachusetts--()--Dati provenienti da più di 1.000 pazienti presentati durante le sessioni scientifiche virtuali del 2020 organizzate dalla Society for Cardiovascular Angiography & Interventions (SCAI) dimostrano che Impella ha ridotto la mortalità ospedaliera quando viene posizionato prima dello svolgimento di un intervento coronarico percutaneo (PCI) non emergente. Come spiegato nei dettagli nella presentazione online, lo studio ha rivelato che, nel contesto di PCI ad alto rischio, il posizionamento di Impella in fase pre-PCI è associato a una riduzione della mortalità negli ospedali pari a 10 volte rispetto a quando Impella viene posizionato durante il PCI di salvataggio (vedi Figura 1).

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

**Per maggiori informazioni contattare:
Tom Langford
Direttore Comunicazioni
978-882-8408
tlangford@abiomed.com

Contacts

**Per maggiori informazioni contattare:
Tom Langford
Direttore Comunicazioni
978-882-8408
tlangford@abiomed.com