Echosens introduce FibroScan 630 Expert: aggiunge una nuova misurazione della rigidità splenica tramite VCTE™ per la stratificazione del rischio in pazienti con cirrosi epatica cronica a uno stadio avanzato

PARIGI--()--Echosens, un’azienda che sviluppa tecnologie all’avanguardia e offre la famiglia di prodotti FibroScan, annuncia il lancio di FibroScan 630 Expert, uno strumento per elastografia dalle prestazioni elevate che esegue una misurazione della rigidità splenica (SSM, Spleen Stiffness Measurement), sviluppata recentemente, tramite la tecnologia VCTE™ (Vibration Controlled Transient Elastography) e FibroScan, un biomarcatore non invasivo utilizzabile per diagnosticare e monitorare lo stato di salute del fegato e identificato come un prezioso strumento diagnostico nella valutazione dell’ipertensione portale. Le linee guida Baveno VI riconoscono che valori elevati della rigidità epatica ottenuti con le misurazioni FibroScan possono rappresentare un modo efficace per stabilire il rischio di varici esofagee, una manifestazione frequente dell’ipertensione portale, ossia la pressione ematica eccessiva nelle vene che entrano nel fegato e che è responsabile di molte delle manifestazioni della cirrosi epatica. La combinazione della SSM tramite VCTE™ e dell’applicazione dei criteri Baveno VI consente di evitare l’uso dell’endoscopia in un numero maggiore di pazienti a vantaggio della sicurezza.

“Dato il notevole aumento di possibili casi di cirrosi epatica causati da steatopatite non alcolica (NASH, non-alcoholic steatohepatitis) e da epatite alcolica, esiste l’esigenze critica di una modalità diagnostica non invasiva e dal costo contenuto per lo screening e la gestione come quella offerta dal FibroScan 630 Expert”, spiega il Professore Massimo Pinzani, M.D., Ph.D., FRCP, direttore della cattedra di epatologia Sheila Sherlock e direttore dell’Institute for Liver and Digestive Health presso l’University College di Londra. “Nei pazienti cirrotici, la rigidità splenica si correla più accuratamente con il gradiente di pressione venosa epatica (HVPG, Hepatic Venous Pressure Gradient) e con la presenza di un rischio elevato di varici esofagee rispetto alla rigidità epatica.”

FibroScan 630 Expert offre caratteristiche ergonomiche migliorate, un sistema di ecografia guidata incorporato, un’intuitiva interfaccia utente su schermo tattile, una tastiera avanzata e un lettore di codici a barre integrato.

Nei paesi occidentali, la cirrosi alcolica e quella virale sono le cause principali di ipertensione portale e varici esofagee, con il 30% di pazienti affetto da cirrosi compensata e il 60-70% da cirrosi decompensata con varici gastroesofagee al momento della diagnosi. La frequenza di varici gastroesofagee è direttamente correlata con la gravità della malattia epatica dal 40% nella classe A (basso rischio) all’85% nella classe C (alto rischio) in pazienti cirrotici.

Aggiunge Laurent Sandrin, presidente del consiglio di amministrazione e cofondatore di Echosens: “Le malattie epatiche stanno diventano epidemiche nel mondo e FibroScan 630 Expert è un importante strumento non invasivo e dal costo contenuto per la valutazione della loro severità ai fini della prognosi. Abbiamo sviluppato un esame basato su una SSM tramite VCTE™ che impiega una frequenza dell’onda di vibrazione pari a 100 Hz e che quindi si propaga meglio nella milza, che presenta una rigidità superiore rispetto al fegato. Grazie alla misurazione della rigidità epatica (LSM, liver stiffness measurement) tramite VCTE™, alla tecnologia CAP™ (Controlled Attenuation Parameter) e alla SSM tramite VCTE™ come marker surrogati, rispettivamente, della fibrosi epatica, della steatosi epatica e dell’ipertensione portale, FibroScan 630 costituisce una soluzione completa per la gestione di pazienti con malattie epatiche croniche, comprese quelle a uno stadio avanzato.”

Informazioni su Echosens

Echosens è un produttore di dispositivi medici non invasivi per la valutazione di malattie epatiche croniche, leader nel suo settore.

Echosens è stato pioniere della tecnologia dell’elastografia sviluppando FibroScan®, il primo dispositivo in grado di quantificare in modalità non invasiva la rigidità epatica.

Echosens ha trasformato la tecnica di diagnostica epatica con FibroScan®, un dispositivo unico che utilizza VCTE™, una tecnologia validata e brevettata, per la valutazione della fibrosi epatica, e la tecnologia CAP™ per la quantificazione della steatosi.

FibroScan® è riconosciuto a livello internazionale come il dispositivo di riferimento per la diagnosi non invasiva di malattie epatiche, citato in oltre 2.000 pubblicazioni mediche e consigliato da oltre 40 linee guida.

Grazie a una rete di distribuzione internazionale che copre l’Europa attraverso sedi in Francia (Parigi), Germania, Spagna e nel Regno Unito, gli Stati Uniti (Waltham) e la Cina (Shanghai, Shenzhen e Pechino), FibroScan® di Echosens è disponibile in oltre 80 paesi.

http://www.echosens.com

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Media
Brittany Tedesco
CPR – Comunicazioni
btedesco@cpronline.com
201.641.1911 interno 14

Contacts

Media
Brittany Tedesco
CPR – Comunicazioni
btedesco@cpronline.com
201.641.1911 interno 14