Risultati dello studio di fase III (PIX306) per la valutazione della sopravvivenza libera da progressione di PIXUVRI® (pixantrone) associato a rituximab in pazienti affetti da linfoma non Hodgkin aggressivo a cellule B

PIXUVRI® in combinazione con rituximab non ha dimostrato un miglioramento statisticamente significativo nella sopravvivenza libera da progressione rispetto a gemcitabina in combinazione con rituximab

PARIGI--()--CTI BioPharma Corp. e Servier hanno annunciato oggi che lo studio pivotale di fase III (PIX306) per la valutazione di PIXUVRI® (pixantrone) in combinazione con rituximab, rispetto a gemcitabina in combinazione con rituximab, in pazienti affetti da linfoma non Hodgkin (NHL) aggressivo a cellule B, non ha soddisfatto l'endpoint primario di miglioramento della sopravvivenza libera da progressione (PFS).

"Siamo delusi per i risultati dello studio PIX306 e condurremo un'analisi approfondita dei dati clinici, per fissare le prossime fasi del programma PIXUVRI", ha commentato il Dr. Adam Craig, PhD, CEO di CTI BioPharma.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Servier - Relazioni con i media
Sonia MARQUES
media@servier.com
Tel.: +33(0)1 55 72 40 21/+33(0)7 84 28 76 13
oppure
Karine BOUSSEAU
media@servier.com
Tel.: +33(0)1 55 72 60 37
oppure
CTI BioPharma
Julia Balanova (investitori)
jbalanova@troutgroup.com
Tel.: +1 646 378 2936
oppure
Rich Allan (media)
rallan@troutgroup.com
Tel.: +1 646 378 2958

Contacts

Servier - Relazioni con i media
Sonia MARQUES
media@servier.com
Tel.: +33(0)1 55 72 40 21/+33(0)7 84 28 76 13
oppure
Karine BOUSSEAU
media@servier.com
Tel.: +33(0)1 55 72 60 37
oppure
CTI BioPharma
Julia Balanova (investitori)
jbalanova@troutgroup.com
Tel.: +1 646 378 2936
oppure
Rich Allan (media)
rallan@troutgroup.com
Tel.: +1 646 378 2958