Blue Danube Systems sarà la prima azienda a dimostrare i vantaggi derivabili dai sistemi a ingressi e uscite multipli (multiple inputs, multiple outputs, MIMO) su larga scala per le reti duplex in divisione di frequenza ...

Raddoppiamento della capacità entro l’intera area di copertura ed eliminazione delle interferenze a livello periferico quale uno dei maggiori ostacoli all’implementazione delle reti su larga scala

Blue Danube Systems First to Demonstrate Benefits of FDD Massive MIMO in Clustered Multi-Sector Deployments (Photo: Business Wire)

SANTA CLARA, California--()--

Blue Danube Systems sarà la prima azienda a dimostrare i vantaggi derivabili dai sistemi a ingressi e uscite multipli (multiple inputs, multiple outputs, MIMO) su larga scala per le reti duplex in divisione di frequenza (frequency-division duplexing, FDD) nell’ambito di implementazioni clusterizzate multisettoriali

Blue Danube Systems, un fornitore di soluzioni per l’accesso wireless intelligente intese ad aiutare gli operatori di reti mobili a far fronte alla crescita esponenziale del volume di dati, ha annunciato oggi di aver esteso l’implementazione commerciale della sua soluzione per sistemi MIMO su larga scala a centrali di cella multiple clusterizzate con un accrescimento comprovato della capacità totale per settori direttamente adiacenti in reti LTE preesistenti usando gli attuali smartphone.

Nonostante l’opinione prevalente, secondo cui i sistemi MIMO su larga scala svolgeranno un ruolo centrale per le reti 5G, non è stato chiaramente dimostrato che la tecnologia sia implementabile al di là di settori isolati con una domanda elevata in cui si dovranno prendere in considerazione effetti quali l’interferenza di celle adiacenti. In effetti, le implementazioni di sistemi MIMO su larga scala solo digitali operano di norma come soluzioni chiuse monosettoriali che trasmettono energia a radio frequenza (RF) indesiderata nei bordi delle celle con potenziale rischio di intaccamento delle prestazioni del settore adiacente. L’approccio ai sistemi MIMO su larga scala di Blue Danube, invece, prevede innanzitutto l’accertamento dell’uniformità della gamma RF che, insieme all’elaborazione digitale, abilita in maniera unica la definizione, il posizionamento e il coordinamento dinamico dei fasci ad alta precisione che possono essere ingegnerizzati tramite software per minimizzare l’interferenza a carico del settore adiacente e, di fatto, migliorare le prestazioni delle celle clusterizzate.

Usando i suoi sistemi MIMO su larga scala BeamCraft™ 500, Blue Danube ha eseguito l’ottimizzazione del fascio multisettoriale presso due diversi siti entro la rete FDD-LTE di un operatore di rete mobile statunitense. Attingendo alla funzione intelligente di apprendimento artificiale della piattaforma software basata su cloud BeamPlanner™, sono stati generati dei modelli RF per ottimizzare e coordinare le prestazioni intracella e intrasettore. Usando solo due fasci si è ottenuto un aumento della capacità totale di downlink nella misura di 1,7-2,0 volte in entrambi i siti multisettoriali. Inoltre, siti critici ai bordi delle celle hanno registrato un aumento considerevole, pari a 7 dB, della qualità del segnale grazie al controllo del fascio di precisione che ha determinato un miglioramento di 1,7 volte della velocità di scaricamento degli utenti individuali. Blue Danube prevede di conseguire ulteriori miglioramenti della capacità, nella misura di 5 volte o più, usando quattro fasci anziché due nei collaudi futuri e avvierà le relative operazioni in marzo presso un secondo operatore di rete mobile in una località multisettoriale densamente popolata.

Abbinando il controllo del fascio dinamico a interfacce di sistema aperte, Blue Danube sta progettando la sua suite di sistemi MIMO su larga scala in modo tale da garantirne l’interoperabilità con altre risorse di rete settoriali come il software per reti auto-ottimizzanti (Self Optimized Network, SON), reti di accesso via radio centralizzate (Centralized Radio Access Network, CRAN) e piattaforme per applicazioni di rete aperte (Open Network Application Platform, ONAP) insieme a soluzioni di analitica guidate da applicazioni mobili e di geolocalizzazione. Abbinate a BeamPlanner, queste capacità permettono agli operatori di usare l’intelligence sulle loro reti e sull’utilizzo da parte degli utenti per fornire il massimo livello di prestazioni generali a livello di sistema.

“Siamo alquanto lieti di essere i primi del settore a dimostrare il miglioramento della capacità per le implementazioni di sistemi MIMO clusterrizzati multisettoriali su larga scala” ha affermato Mark Pinto, direttore generale di Blue Danube Systems. “Sulla scia del nostro annuncio recente in merito al lancio dei primi sistemi MIMO su larga scala multibanda, ci preme comunicare che stiamo mettendo a disposizione degli operatori strumenti potenti e flessibili perché possano facilmente integrare la tecnologia compatibile con le reti 5G nelle loro reti LTE preesistenti a garanzia di un aumento sostanziale della capacità a livello di sistema”.

“Il livello prestazionale ai bordi delle celle continua a costituire una questione importante per i sistemi MIMO su larga scala completamente digitali” ha spiegato Shiv Panwar, Professore di Ingegneria elettrica presso NYU e Direttore del Centro per la tecnologia avanzata nel settore delle telecomunicazioni (Center for Advanced Technology in Telecommunications, CATT) dello Stato di New York. “Questa è la prima dimostrazione delle prestazioni dei sistemi MIMO su larga scala in implementazioni clusterizzate. I risultati generati dal sistema multisettoriale BeamCraft di Blue Danube sono molto promettenti e dimostrano che i sistemi MIMO su larga scala possono ora essere ampiamente adottati nelle reti FDD”.

“Sino ad ora i sistemi MIMO su larga scala sono stati implementati solo in settori individuali e non in settori multipli adiacenti” ha affermato Joe Madden, fondatore e analista principale presso Mobile Experts. “I risultati conseguiti da Blue Danube nelle implementazioni di sistemi MIMO clusterizzati su larga scala rappresentano una pietra miliare importante e dimostrano chiaramente che questa tecnologia può esercitare un vasto impatto sull’intera rete dei singoli operatori”.

Informazioni su Blue Danube Systems

Blue Danube Systems è un’impresa privata in fase di avviamento sostenuta da Sequoia Capital, Silver Lake e altri investitori, tra cui AT&T. La tecnologia premiata e ineguagliata di Blue Danube abbina hardware e software intelligente racchiusi in un sistema MIMO su larga scala che è in grado di determinare un aumento significativo della capacità di rete sfruttando l’infrastruttura preesistente e i dispositivi mobili rinvenibili in circolazione al momento. Per ulteriori informazioni si prega di visitare il sito www.bluedanube.com

Partecipazione di Blue Danube all’edizione del 2018 di Mobile World Congress

Alcuni rappresentanti di Blue Danube saranno reperibili al Mobile World Congress dal 26 febbraio al 1° marzo a Barcellona. Lo stand di accoglienza 2L10 di Blue Danube sarà ubicato nel Salone 2.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Contatto per i media per Blue Danube Systems:
Stati Uniti/Nord America
Babel PR
Mike Newsom, 617-803-5385 (chiamate o messaggi di testo)
mike@babelpr.com
oppure
Regione EMEA
Babel PR
Paul Campbell, +44 (0)7986.385.807
Paul@babelpr.com

Contacts

Contatto per i media per Blue Danube Systems:
Stati Uniti/Nord America
Babel PR
Mike Newsom, 617-803-5385 (chiamate o messaggi di testo)
mike@babelpr.com
oppure
Regione EMEA
Babel PR
Paul Campbell, +44 (0)7986.385.807
Paul@babelpr.com