La Fondazione Western Union lancia a livello globale “#IAmMore Challenge” nella Giornata mondiale del rifugiato

ENGLEWOOD, Colorado--()--A testimonianza dell’impegno annuale dedicato ai rifugiati e al riconoscimento della Giornata Mondiale a loro dedicata, il 20 giugno, la Fondazione Western Union ha lanciato una campagna globale sui social media – la #IAmMore Challenge – per contribuire a cambiare il modo di percepire degli stranieri e raccogliere fondi per le organizzazioni che sostengono profughi e sfollati tramite campagne di istruzione e formazione al lavoro.

Fino al 1° settembre per ogni foto di profilo Facebook scambiata con uno dei rifugiati sfollati in #IAmMore Challenge, la Fondazione Western Union donerà 1USD a programmi che li sostengono in tutto il mondo ­ fino a un totale di 50.000 USD.

“La Giornata mondiale del rifugiato è un momento di incontro e un gesto per contribuire ad affrontare una crisi globale che colpisce oltre 65 milioni di persone”, ha riferito Hikmet Ersek, CEO della Western Union. “Western Union è fiera di supportare i rifugiati in tutto il mondo ogni giorno e prendere parte a #IAmMore Challenge, un piccolo modo in cui ognuno può donare il proprio sostegno e rispetto per i rifugiati che affrontano ostacoli impensabili per ricostruirsi una vita in un nuovo Paese”.

#IAmMore Challenge offre ai partecipanti, l’opportunità di abbinare se stessi a un rifugiato o a uno sfollato che viene aiutato da uno dei partner NGO della fondazione in base a un tratto comune o a una caratteristica. I partecipanti quindi scambiano la foto del proprio profilo su Facebook per condividere la storia del rifugiato a cui si sono collegati e invitano gli amici a scambiare anche la loro. I partecipanti possono anche fare una donazione diretta alla fondazione Western Union a sostegno dei programmi rivolti ai rifugiati.

“Siamo in missione per dare una voce ai rifugiati e agli sfollati e per comunicare al mondo che questi cittadini cosmopoliti sono molto più di quello che le loro attuali circostanze fanno sembrare ­ sono medici, insegnanti, artisti e molto più”, ha dichiarato Elizabeth Roscoe, direttrice esecutiva della Fondazione Western Union. “Sostenere organizzazioni che danno voce alle persone bisognose mediante l’istruzione e la formazione al lavoro, garantisce che una generazione non vada perduta e che possa realizzare il proprio potenziale in futuro.”

Western Union e la Fondazione Western Union hanno una lunga tradizione di sostegno a organizzazioni che affrontano tematiche relative alla migrazione, ai rifugiati e alla crisi umanitaria. Il mese scorso la Whitaker Peace & Development Initiative ha celebrato la posa della prima pietra di un centro d’istruzione comunitaria finanziato dalla Fondazione Western Union, che aiuterà a fornire formazione in strategia di vita e di risoluzione dei conflitti per 10.000 rifugiati in un insediamento ugandese.

Per saperne di più o per partecipare a #IAmMore Challenge, visitare: www.westernunion.com/iammore.

#IAmMore Challenge non è sponsorizzato, avallato o amministrato da Facebook o a questo associato.

Informazioni sulla Fondazione Western Union

La Fondazione Western Union si impegna per creare un mondo migliore, dove la possibilità di concretizzazione dei sogni attraverso le opportunità economiche non è un privilegio riservato a pochi, ma un diritto spettante a tutti. Mediante il suo programma Education for Better e con il sostegno di The Western Union Company, dei suoi dipendenti, agenzie e partner commerciali, la Fondazione Western Union lavora per concretizzare questo obiettivo tramite la promozione dell’istruzione e di opere di soccorso per spianare la strada verso un futuro migliore. Le nostre iniziative sociali congiunte migliorano la vita di persone, famiglie e collettività in tutto il mondo. Dalla sua istituzione nel 2001 la Fondazione Western Union ha elargito più di 111 milioni di USD in beneficenza. Questi fondi sono stati garantiti in oltre 137 nazioni e territori. La Fondazione Western Union è una società di beneficenza a parte, in regime di esenzione fiscale ai sensi del §501(c)(3) del codice di diritto tributario. I contributi a questa destinati sono deducibili ai fini del conteggio delle imposte USA sul reddito. Per sapere di più, visitate il sito www.westernunionfoundation.org, oppure seguiteci su Twitter @TheWUFoundation.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua originale, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

The Western Union Company
Rachel Rogala, Global Corporate Communications
+1 (720) 3322686
Rachel.Rogala@wu.com

Contacts

The Western Union Company
Rachel Rogala, Global Corporate Communications
+1 (720) 3322686
Rachel.Rogala@wu.com