EURid non teme il confronto nel 2016

Il lancio del .eu in cirillico (.ею), l’aumento di utilizzo da parte delle startup e la collaborazione con Europol ed EUIPO sono i punti salienti del 2016

BRUXELLES--()--Il 2016 si è rivelato soddisfacente per EURid, il registro dei nomi a dominio .eu, che attualmente conta 3.760.695 nomi a dominio registrati. L’elenco dei primi 5 paesi europei in base alle registrazioni vede in testa la Germania con 1.054.826 nomi a dominio registrati, seguono i Paesi Bassi (483.830), la Francia (341.823), il Regno Unito (300.878) e l’Italia (267.441). Mentre il numero totale di registrazioni IDN è aumentato, il numero totale di registrazioni .eu ha subito una lieve diminuzione rispetto al 2015.

“Negli ultimi anni i Nomi a dominio di primo livello generici (gTLDs) hanno invaso l’industria dei nomi a dominio. Più di 1000 gTLD sono disponibili oggi sul mercato, che ha visto l’ingresso di una grande varietà di estensioni tra cui i consumatori possono scegliere, e questo rende ancora più difficile distinguersi. Per questo motivo è imperativo per noi ridefinire il modo in cui ci avviciniamo al mercato e concentrarci nel fornire ai nostri utenti un prodotto di qualità”, ha commentato Marc Van Wesemael, Direttore Generale di EURid.

Diversi paesi europei hanno avuto una forte crescita nel corso dell’anno. Tra questi Bulgaria (+16,5%), Malta (+8,6%), Portogallo (+8,1%), Croazia (+6,3%) ed Estonia (+5,8%). “Questi aumenti sono dovuti in gran parte al vivace scenario di startup presente in questi paesi,” afferma Giovanni Seppia, Responsabile delle Relazioni Esterne di EURid. “.eu e .ею sono estensioni molto utili per le startup che desiderano affermare la loro credibilità online ed aumentare l’ampiezza del loro campo d’azione.”

Un evento importante nel 2016 è stato il lancio del .eu in cirillico (.ею). L’introduzione del nome a dominio .ею e la pubblicazione della Relazione Mondiale sugli IDN, in collaborazione con l’UNESCO e Verisign, rappresentano una pietra miliare per lo sviluppo degli IDN in Europa e mostrano l’impegno di EURid per sostenere un’internet veramente multilingue.

Da giugno 2010 EURid offre il servizio di DNSSEC come ulteriore livello di sicurezza per i titolari dei nomi a dominio. Con l’aumento sempre crescente delle minacce alla sicurezza informatica, più di 348.000 titolari di nomi a dominio .eu e .ею stanno optando per una presenza online più sicura mediante l’attivazione del DNSSEC. Al fine di proteggere ancora di più l’utente finale, oltre a combattere e prevenire gli abusi sui nomi a dominio, EURid ha avviato collaborazioni sia con Europol che con EUIPO nel 2016.

Relazione annuale di EURid 2016

Contacts

EURid
Christopher Nicastro, TEL: +32 (0)2 401 27 50 ext. 261
christopher.nicastro@eurid.eu

Contacts

EURid
Christopher Nicastro, TEL: +32 (0)2 401 27 50 ext. 261
christopher.nicastro@eurid.eu