La GSMA presenta la prima relazione annuale sull'Humanitarian Connectivity Charter

L'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati diventa il più recente sostenitore dell'Humanitarian Connectivity Charter e si aggiunge ai 108 operatori mobili e ai 6 partner umanitari e tecnici sottoscrittori

BARCELLONA, Spagna--()--La GSMA ha oggi presentato la prima edizione della relazione annuale sull'Humanitarian Connectivity Charter, che mette in evidenza l'impegno degli operatori di reti mobili (MNO) aderenti all'iniziativa a sostegno della preparazione e risposta alle catastrofi in tutto il mondo nel corso del 2016. Il documento annuale delinea i progressi compiuti nell'ambito dell'iniziativa Humanitarian Connectivity Charter, riportando l'impegno globale nell'affrontare le emergenze umanitarie, dall'attuale crisi dei rifugiati in Europa fino alla riduzione dell'impatto dei disastri naturali, sottolineando il ruolo essenziale del settore delle comunicazioni mobili a supporto della resilienza. Il documento funge da riferimento per la misurazione dei progressi che verranno compiuti nei prossimi anni.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Per la GSMA
Sophie Waterfield
+44 77 7945 9923
Sophie.Waterfield@webershandwick.com
oppure
Pau Guerrero
+34 607 348 364
PGuerrero@webershandwick.com
oppure
Ufficio stampa GSMA
pressoffice@gsma.com

Contacts

Per la GSMA
Sophie Waterfield
+44 77 7945 9923
Sophie.Waterfield@webershandwick.com
oppure
Pau Guerrero
+34 607 348 364
PGuerrero@webershandwick.com
oppure
Ufficio stampa GSMA
pressoffice@gsma.com