Bluefield Research: l'aumento di CAPEX per le risorse idriche pubbliche di 526 miliardi di dollari sollecita in maniera importante le imprese di servizi europee

BARCELLONA, Spagna--()--Le società di servizi europee prevedono di investire 526 miliardi di dollari nell'infrastruttura per l'approvvigionamento idrico e per le acque reflue tra il 2016 e il 2025, secondo le nuove previsioni di Bluefield Research.

Una combinazione di fattori trainanti, tra cui la ristrutturazione del mercato dei servizi pubblici, le direttive su approvvigionamento idrico e acque reflue e una maggiore efficienza hanno incoraggiato le imprese di servizi idrici municipali e pubbliche a riprendere programmi di investimenti tra i più aggressivi presentati in Europa dal 2007. Bluefield prevede un aumento dell'investimento annuo in infrastrutture idriche del 23%, da 46 miliardi di dollari nel 2015 a 57 miliardi di dollari nel 2025.

"Le esigenze dell'infrastruttura idrica sono aumentate progressivamente durante la fragile crescita economica dell'Europa. Ora, l'area è incoraggiata da una rinnovata spinta in crescita di CAPEX", spiega Keith Hays, Vice-presidente di Bluefield Research. "Dopo anni di progetti in ritardo a causa dell'instabilità macro-economica, le imprese di servizi idrici europee confermano di dover investire per proteggere le reti per il futuro", conclude il sig. Hays.

L'Europa concentrerà il proprio investimento CAPEX in due aree chiave: acque reflue e tubazioni, con il 61% della spesa assegnato al miglioramento dell'infrastruttura delle acque reflue e il rimanente 39% all'infrastruttura di approvvigionamento idrico. 256 miliardi di dollari saranno adibiti al mantenimento e all'espansione dei 6,7 milioni di chilometri di reti di tubazioni vecchie e con perdite in Europa.

Il mercato europeo delle acque comunali altamente frammentato, con oltre 61.000 impianti di approvvigionamento idrico e per le acque reflue, si sta consolidando. Questa ondata di consolidamento portata avanti da Francia, Italia e Regno Unito, ha ridotto il numero di fornitori di servizi di approvvigionamento idrico e per acque reflue del 16% tra 2008 e 2014. Bluefield prevede che tale tendenza continui, portando a economie di scala, maggiore efficienza e allo svincolo di nuovi finanziamenti per migliorare ulteriormente la rete.

Sebbene l'Europa come entità sia investendo in infrastrutture, le condizioni di mercato variano a seconda delle regioni. L'Europa meridionale affronta una crisi idrica dovuta a elevati livelli di consumo a fronte di risorse sempre più scarse. L'Europa dell'est si sta concentrando sulle acque reflue, affrontando al tempo stesso un recupero sui costi. Con un numero maggiore di eventi di precipitazione di grande portata previsto, l'Europa settentrionale guida l'investimento per la resistenza alle inondazioni e per il miglioramento della gestione delle acque piovane.

"Come conseguenza di una crescita della popolazione stagnante e di un consumo idrico domestico minore, le imprese di servizi europee stanno diventando più intelligenti e resilienti", spiega il sig. Hays, che aggiunge: "per sfruttare appieno le nuove tecnologie e raggiungere i target prestazionali, i fornitori di servizi devono anche impegnare maggiori investimenti di CAPEX per l'infrastruttura di base".

Informazioni su Bluefield Research

Queste informazioni provengono dal nuovo report di Bluefield: Europe Municipal Water Infrastructure: Utility Strategies and CAPEX Forecasts, 2016-2025 (L'infrastruttura idrica pubblica europea: strategie per le imprese di servizi e previsioni per il CAPEX, 2016-2025). Bluefield Research fornisce dati, analisi e informazioni utili sui mercati globali delle risorse idriche.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Bluefield Research
Steph Aldock, +34 93 681 4325 o 415-404-8195
saldock@bluefieldresearch.com

Contacts

Bluefield Research
Steph Aldock, +34 93 681 4325 o 415-404-8195
saldock@bluefieldresearch.com