AOL espande la piattaforma ONE by AOL con il lancio del buying TV programmatico self-service

Il buying self-service effettuato tramite ONE by AOL: TV offre agli inserzionisti maggior trasparenza e controllo sugli investimenti televisivi

Omnicom Media Group è il primo partner dell'agenzia per il lancio

NEW YORK--()--In previsione degli upfront televisivi per il 2016, AOL ha oggi annunciato il lancio del buying TV programmatico self-service che offrirà ai distributori una panoramica più chiara su preziose opportunità di audience buying e per meglio pianificare, acquistare e misurare i propri investimenti in pubblicità televisiva. Questa soluzione self-service amplia il modulo gestito ONE by AOL: TV di AOL, lanciato nel 2014 e parte della piattaforma aperta, unificata e programmatica ONE by AOL™ dell'azienda, lanciata nel mese di aprile 2015.

"Offriamo ai nostri partner buyer e seller della programmazione TV tradizionale un'opportunità rivoluzionaria che trasformerà il modo di valutare, acquistare e vendere i media televisivi", ha dichiarato Dan Ackerman, vicepresidente senior della divisione Programmatic TV presso AOL. "Il settore televisivo è da sempre soggetto ad acquisti in massa e per un pubblico ampio, senza la necessaria specificità necessaria a un'elevata rilevanza. Oggi sfruttiamo al massimo la potenza degli strumenti proprietari di targeting predittivo brevettati di AOL e forniamo informazioni e analisi direttamente ai nostri acquirenti. Grazie alla completa piattaforma ONE by AOL siamo ora in grado di offrire agli inserzionisti un approccio più olistico alle campagne pubblicitarie televisive, su dispositivi mobili e video".

Il modulo di buying TV programmatico è disponibile da oggi, in anticipo sugli upfront TV per il 2016, per i buyer e i partner emittenti e delle reti via cavo. Nel terzo trimestre sarà disponibile un inventory televisivo tradizionale per la pianificazione e il buying self-service, in vista della nuova programmazione TV del prossimo autunno.

Il buying TV programmatico self-service di AOL sfrutta gli esaurienti dati proprietari degli inserzionisti, i dati sull'audience di terze parti e un comprovato sistema brevettato di valutazione dell'audience TV per fornire piani multimediali nell'inventory dei partner emittenti nazionali e delle reti TV via cavo. Gli inserzionisti possono agire sulla programmazione direttamente attraverso il modulo e acquisire informazioni specifiche sull'impatto di una campagne pubblicitaria tramite una ripartizione completa che comprende TV tradizionale, dispositivi mobili e investimenti digitali.

Come parte della piattaforma ONE by AOL, il nuovo buying TV programmatico self-service di AOL offre un approccio efficace per l'applicazione di dati e tecnologia al fine di migliorare le performance degli annunci TV e aumentare il ritorno sugli investimenti. Tra i vantaggi vi sono:

  • Trasparenza e controllo: gli inserzionisti che operano sulla programmazione TV tradizionale tramite il modulo self-service di AOL possono selezionare il target di pubblico, fissare indicatori chiave di performance, impostare i parametri della campagna pubblicitaria e, infine, pianificare, acquistare e valutare le performance della campagna con una trasparenza completa su inventory e costi.
  • Automazione: grazie allo scambio automatizzato dei dati del modulo vengono eliminate le limitazioni temporali nella pianificazione e nell'acquisto della campagna, con conseguente riduzione dei tempi di commercializzazione e aumento dell'efficienza del flusso di lavoro.
  • Ricchezza dei dati: le campagne effettuate tramite il buying TV programmatico self-service sfruttano gli strumenti proprietari brevettati di targeting predittivo di AOL e l'avanzata segmentazione del targeting TV di terze parti.
  • Inventory premium: tramite la collaborazione con emittenti nazionali e reti via cavo, l'inventory premium sarà disponibile per la pianificazione e il buying programmatico self-service nel terzo trimestre, per la nuova programmazione televisiva autunnale.
  • Misurazione olistica: come parte del modulo ONE by AOL: TV, le campagne gestite tramite gli acquisti self-service riceveranno una reportistica completa che comprende analisi sul rapporto tra messa in onda delle pubblicità in TV e picchi di visite al sito web tramite cellulari, tablet e desktop, il livello di risposta tramite telefono e la suddivisione completa e multi-touch tra le campagne TV, su dispositivi mobili e video tramite Convertro.

Omnicom Media Group è il partner esclusivo di lancio della piattaforma self-service ONE by AOL: TV e inizierà la fase di prova della nuova soluzione per conto dei propri clienti di livello mondiale.

"Questa soluzione offre ai nostri clienti l'opportunità di iniziare a sfruttare i vantaggi in termini di targeting avanzato nella programmazione TV tradizionale", ha affermato John Swift, amministratore delegato della divisione North America Investment di Omnicom Media Group. "È un primo passo fondamentale nel nostro percorso verso l'addressability su larga scala programmatica, e in ultima istanza, a livello familiare nel settore televisivo".

Questo modello M2M (machine-to-machine) di buying TV ha debuttato in Australia con il lancio nel mese di luglio 2015, da parte di AOL, di un mercato programmatico privato per la TV, una pietra miliare per il settore dei media di tutto il mondo. Questo annuncio rappresenta l'espansione di questa iniziativa nel più grande mercato pubblicitario TV del mondo, che consente agli inserzionisti statunitensi di sfruttare i dati e l'automazione per aumentare gli investimenti nel mercato upfront, scatter e nei canali programmatici.

Informazioni su AOL

AOL è una società tecnologica operante nel settore dei media la cui missione è avvicinare consumatori e creatori grazie a mercati aperti. AOL si basa sui dati per cambiare in maniera dirompente il modo in cui i contenuti vengono prodotti, distribuiti e monetizzati. L'azienda mette in contatto editori e inserzionisti tramite le proprie piattaforme programmatiche globali basandosi su brand di inventario e di contenuti originali di proprietà di Microsoft, come TechCrunch, The Huffington Post e MAKERS, che vantano un pubblico mensile di oltre 500 milioni di consumatori nel mondo. Nella sola rete pubblicitaria su dispositivi mobili, AOL raggiunge circa 800 milioni di utenti. AOL, una società controllata da Verizon, sta plasmando il futuro del mondo digitale.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

AOL
Christina MacDonald, 617-301-4181
christina.macdonald@teamaol.com

Contacts

AOL
Christina MacDonald, 617-301-4181
christina.macdonald@teamaol.com