St. Jude Medical comunica l’intenzione di acquisire Spinal Modulation, Inc.

St. Jude Medical aggiungerà la tecnologia di stimolazione dei gangli delle radici dorsali (dorsal root ganglion, DRG) al proprio portafoglio di soluzioni accrescendo le opzioni terapeutiche della società per la gestione del dolore cronico

INS 12th World Congress

ST. PAUL, Minnesota--()--St. Jude Medical, Inc. (NYSE:STJ), una multinazionale impegnata nello sviluppo di dispositivi medicali, ha comunicato in data odierna di aver esercitato la propria opzione esclusiva per l'acquisizione di Spinal Modulation, Inc., la società che ha sviluppato il sistema di neuromodulazione Axium™. Al perfezionamento dell'acquisizione in oggetto, St. Jude Medical diverrà l'unico produttore di dispositivi medicali ad offrire delle soluzioni terapeutiche per l'ablazione a radiofrequenza (radiofrequency ablation, RFA), la stimolazione del midollo spinale (spinal cord stimulation, SCS) e la stimolazione dei gangli delle radici dorsali (dorsal root ganglion, DRG) per il trattamento del dolore cronico.

Una volta perfezionata, l'acquisizione di Spinal Modulation, Inc. aiuterà St. Jude Medical a concretizzare la propria missione che consiste nell'aiutare i medici a personalizzare la terapia in base al dolore cronico del singolo paziente onde ottimizzare gli esiti. La stimolazione dei gangli delle radici dorsali con il sistema Axium si è dimostrata in grado di fornire un sollievo significativo ai pazienti afflitti da dolore cronico ed è particolarmente utile per il trattamento di dolori localizzati che sono spesso difficili da trattare per mezzo della tradizionale stimolazione del midollo spinale.

Il sistema Axium ha ottenuto l'autorizzazione all'uso del marchio CE in Europa nel novembre del 2011 per la gestione del dolore cronico intrattabile. Nel dicembre del 2014 Spinal Modulation ha annunciato il completamento delle iscrizioni alla sua sperimentazione statunitense ACCURATE condotta ai sensi di un'esenzione per dispositivo sperimentale (Investigational Device Exemption, IDE). Spinal Modulation ha quindi depositato presso l'FDA una domanda di approvazione pre-commercializzazione (Premarket Approval Application, PMA) ai fini dell'ottenimento dell'autorizzazione alla commercializzazione negli Stati Uniti. I risultati derivati dallo studio ACCURATE saranno presentati in occasione della 12ma edizione del convegno annuale della Società Internazionale per la Neuromodulazione (International Neuromodulation Society, INS) che si svolgerà a Montreal, Quebec, Canada, dal 6 all'11 giugno p.v.

"Ai medici occorre una gamma variegata di opzioni per trattare in maniera efficace il dolore cronico, e l'acquisizione da parte nostra di Spinal Modulation fa parte del nostro impegno costante rispetto all'offerta ai medici di opzioni terapeutiche nuove ed innovative", ha affermato Michael T. Rousseau, Direttore operativo presso St. Jude Medical. "La stimolazione dei gangli delle radici dorsali con il sistema Axium andrà ad integrare il nostro attuale portafoglio di prodotti per la gestione del dolore cronico e l'acquisizione di questa tecnologia ci permetterà di collaborare ancor più strettamente con i medici per alleviare l'onere del dolore cronico."

Il dolore cronico affligge approssimativamente 1,5 miliardi di persone a livello mondiale, più delle malattie cardiache, del cancro e del diabete messi insieme. Questa condizione può intaccare gravemente la qualità della vita, ripercuotendosi negativamente sui rapporti personali, sulla produttività sul posto di lavoro e sull'espletamento delle normali attività quotidiane. La stimolazione del midollo spinale e la stimolazione dei gangli delle radici dorsali si sono dimostrate entrambe in grado di alleviare il dolore cronico ripristinando la qualità della vita persa.

La stimolazione dei gangli delle radici dorsali funziona in maniera diversa dalla tradizionale stimolazione del midollo spinale in quanto essa agisce sui nervi entro i gangli delle radici dorsali stessi, una struttura ricca di nervi sensoriali che trasmettono informazioni al midollo spinale, che a sua volta trasporta detti segnali al cervello. La tradizionale stimolazione del midollo spinale impiega un approccio diverso agendo sui nervi lungo la colonna dorsale del midollo spinale, ove risulta spesso arduo isolare l'area di dolore bersaglio.

Agendo sui gangli delle radici dorsali, la stimolazione con il sistema Axium si è dimostrata efficace nel trattamento di condizioni che non rispondono adeguatamente alla tradizionale stimolazione del midollo spinale, come il dolore cronico intrattabile agli arti inferiori, ai piedi o in prossimità dell'inguine. Le ricerche condotte hanno inoltre dimostrato che la stimolazione dei gangli delle radici dorsali può recare giovamento ai pazienti che soffrono di dolore post-chirurgico o neuropatico. Si stima che questa popolazione per la quale non sono disponibili terapie adeguate ecceda nella misura di più di cinque volte il mercato attualmente indirizzabile.

"St. Jude Medical vanta un'ottima reputazione quanto ad offerta di opzioni terapeutiche per pazienti afflitti da dolore cronico e riteniamo che l'aggiunta della stimolazione dei gangli delle radici dorsali al suo portafoglio di soluzioni per la gestione del dolore cronico genererà molteplici benefici a favore di pazienti in tutto il mondo", ha dichiarato David Wood, Presidente e Direttore esecutivo di Spinal Modulation. "Siamo orgogliosi di ciò che il team di Spinal Modulation ha costruito nel corso degli ultimi 10 anni e riteniamo che St. Jude Medical goda di ottime prospettive per quanto concerne l'ulteriore ampliamento dell'accesso alla stimolazione dei gangli delle radici dorsali per pazienti che potrebbero trarre beneficio da opzioni terapeutiche aggiuntive."

Dettagli relativi alla transazione

Nel giugno del 2013 St. Jude Medical ha stipulato una serie di contratti con cui la società si è impegnata ad effettuare un investimento azionario di 40 milioni di dollari in Spinal Modulation. Oltre a conferire a St. Jude Medical un'opzione esclusiva per la distribuzione del sistema di neuromodulazione Axium™ nei mercati internazionali in cui la vendita di tale tecnologia è stata approvata, i suddetti contratti conferivano a St. Jude Medical un'opzione esclusiva per l'acquisizione della società. St. Jude Medical ha esercitato tale opzione esclusiva e prevede di perfezionare l'acquisizione di Spinal Modulation nel secondo trimestre del 2015, previo soddisfacimento delle condizioni di chiusura standard.

St. Jude Medical effettuerà un pagamento di approssimativamente 175 milioni di dollari al perfezionamento della transazione, con ulteriori pagamenti esigibili all'approvazione da parte dell'FDA del sistema Axium e al raggiungimento di determinati obiettivi in termini di utile. Escluse le spese associate all'acquisizione, si stima che l'acquisizione in oggetto avrà un effetto diluente di $ 0,05 circa sul rendimento consolidato adeguato per azione per il resto del 2015, che la società prevede di controbilanciare in parte con efficienze operative. St. Jude Medical fornirà un aggiornamento sulle previsioni concernenti il rendimento per azione adeguato del 2015 in occasione della teleconferenza per il primo trimestre che avrà luogo il 22 aprile 2015.

Informazioni su St. Jude Medical

St. Jude Medical è una multinazionale impegnata nello sviluppo di dispositivi medicali che si adopera per trasformare il trattamento di alcune delle malattie epidemiche più dispendiose al mondo. La società raggiunge tale obiettivo sviluppando tecnologie mediche convenienti sotto il profilo economico che salvano e migliorano la vita di pazienti in tutto il mondo. St. Jude Medical, la cui sede generale è a St. Paul, Minnesota, è specializzata in via primaria nelle quattro seguenti aree cliniche: gestione del ritmo cardiaco, fibrillazione atriale, medicina cardiovascolare e neuromodulazione. Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare sjm.com o a seguirci su Twitter @SJM_Media.

Informazioni sul portafoglio di soluzioni di St. Jude Medical per la gestione del dolore cronico

Il dolore cronico affligge approssimativamente 1,5 miliardi di persone a livello mondiale, più delle malattie cardiache, del cancro e del diabete messi insieme. Questa condizione può ripercuotersi negativamente sui rapporti personali, sulla produttività sul posto di lavoro e sulla facoltà di espletamento da parte del paziente delle normali attività quotidiane. St. Jude Medical offre ai pazienti diverse soluzioni per la gestione del dolore cronico invalidante, comprese: stimolazione del midollo spinale, stimolazione del midollo spinale agente sui gangli delle radici dorsali, ablazione a radiofrequenza e stimolazione dei nervi periferici (peripheral nerve stimulation, PNS).

Informazioni su Spinal Modulation

Spinal Modulation si adopera allo scopo di migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da dolore cronico tramite l'offerta della prossima generazione di sistemi di neuromodulazione mediante la stimolazione dei gangli delle radici dorsali. Spinal Modulation è una multinazionale impegnata nello sviluppo di dispositivi medicali con sedi a Menlo Park, California, in Belgio e in Australia. La società è finanziata da St. Jude Medical, Johnson and Johnson Development Corporation, Medtronic, Kleiner Perkins Caufield and Byers, De Novo Ventures, MedVenture Associates, DFJ InCube Ventures, DFJ ePlanet Ventures, Raffles Venture Partners, The Angels Forum e The Halo Fund.

Dichiarazioni di previsione

Il presente comunicato stampa contiene delle dichiarazioni di previsione secondo il significato attribuito a tale espressione dalla legge statunitense Private Securities Litigation Reform Act del 1995, che comportano una serie di rischi e incertezze. Le suddette dichiarazioni di previsione includono le aspettative, i piani e le prospettive per la società, tra cui potenziali successi clinici, approvazioni previste da parte degli enti normativi competenti e lancio di prodotti futuri, oltre a fatturato, profitti, utile e quote di mercato stimati. Le dichiarazioni rilasciate dalla società sono basate sulle aspettative correnti dei vertici aziendali e sono soggette a determinati rischi e incertezze in considerazione dei quali i risultati futuri effettivi potrebbero discostarsi in maniera sostanziale da quelli descritti nelle dichiarazioni di previsione. Tali rischi e incertezze includono le condizioni di mercato e altri fattori che esulano dal controllo della società, nonché fattori di rischio e altre dichiarazioni cautelative descritti nei documenti depositati dalla società presso l'ente statunitense SEC, compresi quelli esposti nelle sezioni intitolate "Fattori di rischio e dichiarazioni cautelative" della Relazione annuale della società contenuta nel Modulo 10-K riferita all’esercizio conclusosi il 3 gennaio 2015. La società non intende aggiornare le suddette dichiarazioni, né si assume alcun obbligo nei confronti di alcuno di fornire un qualsiasi aggiornamento in alcuna circostanza.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

St. Jude Medical, Inc.
J.C. Weigelt, 651-756-4347
Relazioni con gli investitori
jweigelt@sjm.com
oppure
Justin Paquette, 651-756-6293
Relazioni pubbliche
jpaquette@sjm.com

Contacts

St. Jude Medical, Inc.
J.C. Weigelt, 651-756-4347
Relazioni con gli investitori
jweigelt@sjm.com
oppure
Justin Paquette, 651-756-6293
Relazioni pubbliche
jpaquette@sjm.com