Apremilast per via orale consegue rilievo statistico per l’endpoint primario dell’ACR20 nel primo studio di fase III (PALACE-1) condotto su pazienti affetti da artrite psoriasica

Apremilast migliora significativamente i segni e i sintomi dell’artrite psoriasica in pazienti già sottoposti a terapia con farmaci modificante il decorso della malattia (DMARD) senza esito positivo, compresi pazienti sottoposti a una terapia biologica senza esito positivo.

La monoterapia con apremilast dimostra un notevole miglioramento agli endpoint primario e secondario.

La risposta più alta è stata dimostrata nella popolazione di pazienti naive alla terapia con farmaci biologici.

Non sono stati osservati segnali di sicurezza significativi e la tollerabilità è migliorata rispetto al programma di fase II.

BOUDRY, Svizzera--()--Celgene International Sàrl, un’affiliata di Celgene Corporation (NASDAQ: CELG), oggi ha presentato i risultati di PALACE-1, il primo studio di fase III condotto dalla società sull’artrite psoriasica, al meeting annuale dell’American College of Rheumatology tenutosi a Washington, D.C.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contacts

Per conto di Celgene International Sàrl
Investitori:
+41 32 729 8303
ir@celgene.com
o
Stampa:
+41 32 729 8304
media@celgene.com

Sharing

Contacts

Per conto di Celgene International Sàrl
Investitori:
+41 32 729 8303
ir@celgene.com
o
Stampa:
+41 32 729 8304
media@celgene.com